Vaccini, l’appalto flop alla ditta delle tangenti e segnalata da Anac.

28/03/2021 – Più di 500 dipendenti per poi dare tutto in appalto. A chi? Ad una azienda coinvolta in una inchiesta per tengenti. Questa è Aria. Questo è il modello di Salvini, Fontana, Maroni, Lega, FI e FdI…. Per costruire il suo portale vaccinale – quello che non funziona, ormai celebre per i bachi del sistema e le inefficienze, e che presto verrà sostituito da una piattaforma di Poste –, Aria, la centrale acquisti della Regione Lombardia, ha usato un fornitore della black list di Anac, perché coinvolta in un’inchiesta per tangenti. È Engineering Ingegneria Informatica, la società che per l’agenzia regionale – secondo quanto riferito dal neo amministratore unico Lorenzo Gubian, il 25 marzo scorso – si è occupata della somministrazione dei vaccini. E, ancora più grave, Aria ha affidato l’appalto – 22 milioni il costo finale del portale – l’8 febbraio 2021, 19 giorni dopo il warning inviato da Anac su Engineering a tutte le stazioni appaltanti italiane, datato 20 gennaio.

Per costruire il suo portale vaccinale – quello che non funziona, ormai celebre per i bachi del sistema e le inefficienze, e che presto verrà sostituito da una piattaforma di Poste –, Aria, la centrale acquisti della Regione Lombardia, ha usato un fornitore della black list di Anac, perché coinvolta in un’inchiesta per tangenti. CONTINUA SU FONTE:
VIDEO CORRELATI:

Seguici anche sulla nostra pagina FB: Facebook  Se vuoi, puoi inviarci video, notizie o semplicemente scriverci attraverso un messaggio sulla nostra pagina Facebook, gli articoli saranno pubblicati solamente dopo poche  ore dal tuo invio!  Se ti è piaciuto l’articolo riportato, condividilo o lascia un commento, e facci sapere cosa ne pensi!  Continuate a navigare nel sito, attraverso le varie categorie o gli articoli correlati.

Comments are closed.


Get Widget