RENZI, SCOPERTO DA FRANCO BECHIS DI L’ESPRESSO, MENTRE FA ACCORDI RISERVATI SUL TETTO DEGLI STIPENDI SU CAMERA E SENATO

bechisIl vicedirettore di Libero Franco Bechis in un video mostra come “Camera e Senato hanno firmato un accordo riservato per mettere e allo stesso tempo aggirare con un trucco il tetto da 240 mila euro lordi onnicomprensivi che aveva chiesto Matteo Renzi.”

Renzi però, spiega Bechis, “è stato beffato dalla stessa vicepresidente renziana della Camera Marina Sereni che con un tweet lo aveva tranquillizzato: metteremo quel tetto. Peccato però che oltre ai 240 mila euro andranno aggiunti i contributi previdenziali (70 mila euro quelli più alti) e perfino una indennità di funzione (60 mila euro quella più alta) che rendono una burla quei 240 mila euro base.”

loading…



Per di più il taglio agli stipendi di palazzo procederà in maniera piuttosto lenta in quanto “avverrà in 4 anni gradualmente attraverso un contributo straordinario di solidarietà. Poi se i tempi migliorano si torna tutti a stipendio pieno. Con questo sistema lo stopendio del segretario generale della Camera passa il primo anno di “tetto” da 475 a 450 mila euro lordi. Altro che quota 240! Tutto fra gli applausi di Giorgio Napolitano che aveva suggerito a Camera e Senato di non esagerare perchè lui sul Colle non ha alcuna intenzione di mettere quel tetto massimo di 240 mila euro…” FONTE

Diventa sostenitore di L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook

Comments are closed.


Get Widget