L’ultimo scandalo che travolge il PD, arriva da Torino: indagato il padre della parlamentare Pd Paola Bragantini

09/05/2017 – Ipotesi di concorso in abuso d’ufficio, non avrebbe avuto il diritto di acquistare un alloggio di edilizia popolare perché già possessore di un’altra casa nel Biellese, una sorta di rudere.
La procura di Torino ha iscritto sul registro degli indagati quattro persone, tra cui il padre della parlamentare del Pd, Paola Bragantini, per abuso d’ufficio. L’indagine nasce da un esposto firmato da un dipendente, nonché ex iscritto del Pd, finito sulla scrivania del sostituto procuratore Gianfranco Colace, che ha ordinato perquisizioni – eseguite questa mattina – sia in Atc che presso l’alloggio di edilizia popolare del signor Diego Bragantini, operaio in pensione, di 72 anni.

La casa di 60 metri quadrati delle palazzine Atc di via Verolengo era stata recentemente riscattata dal pensionato, che ci aveva vissuto quasi una vita intera. Ma secondo la procura Bragantini – indagato di concorso in abuso d’ufficio – non avrebbe avuto il diritto di acquistarla, perché sarebbe possessore di un’altra casa nel Biellese, una sorta di rudere.

loading…



Nel 2010 la legge regionale è cambiata e non permette più il riscatto di una casa Atc da parte di chi sia possessore di un altro immobile situato in Regione Piemonte.

Il pm Colace ha iscritto sul registro degli indagati i tre membri del Cda di Atc, che sarebbero responsabili di abuso d’ufficio e che avrebbero firmato ina delibera per concedere la vendita della casa a Bragantini anche se l’operazione non sarebbe stata possibile. –Fonte

Diventa sostenitore di L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook

Comments are closed.


Get Widget