Denunciato Giorgio Napolitano: «Ha usurpato la sovranità popolare»

20/10/2017 – Una class action contro Giorgio Napolitano per «usurpazione della sovranità popolare». A promuoverla è stato un gruppo di oltre mille cittadini, guidati da Niki Dragonetti, l’imprenditore di Cassino e coordinatore provinciale di Popolari per l’Italia di Frosinone, che ha già denunciato Laura Boldrini per «attentato dalla Costituzione».

loading…



Denunciato Giorgio Napolitano, l’azione di mille cittadini
La denuncia di massa si è concretizzata con una serie di denunce presentate in diverse procure di mille cittadini, tra i quali imprenditori, pensionati, dipendenti pubblici. Il reato cui si fa riferimento è quello di usurpazione previsto dall’articolo 287 del Codice penale, perché, come riporta Il Tempo che ha reso nota la vicenda, «in tutti questi anni ci hanno vietato di poter tornare a votare.

Ci hanno imposto governi tecnici che hanno solo provocato un sentimento di sfiducia tra gli elettori che hanno così perso il vero significato della parola democrazia. Basta i vari Renzi e Gentiloni, con mandato in scadenza. Basta i Monti, Letta e tanti altri governi imposti da “re Giorgio Napolitano” unitamente ai presidenti di Camera e Senato».



Dragonetti: «Un gesto di orgoglio italiano»
«Non possiamo continuare a subire. Questa denuncia, appoggiata da tantissime cittadini, altro non è che l’orgoglio italiano che sta emergendo. I cittadini – ha concluso ancora Dragonetti, assistito dall’avvocato Marco Mori – vogliono tornare a essere una componente essenziale per la scelta del governo italiano e non una parte passiva e senza diritto alcuno» – FONTE

Diventa sostenitore di L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook

Comments are closed.


Get Widget