Rai, sciolto il rebus delle nomine: mercoledì il Cda. All’ordine del giorno il cambio della guardia dei direttori di Tg e Reti

28/10/2018 – La deadline è fissata a mercoledì 31 ottobre quando il Cda della Rai si riunirà per nominare i nuovi direttori di Tg e Reti. Ma la quadra dovrà essere trovata prima – lunedì, al massimo martedì – considerando che i membri del Cda dovranno visionare per mercoledì i curricula dei direttori individuati dall’amministratore delegato Fabrizio Salini. Entro quella data, dunque, Lega e M5S dovranno aver trovato la quadra sulle nomine dei direttori di rete e dei Tg.
loading…
Per questo è atteso domenica un probabile vertice per chiudere l’accordo, dove andrà in scena lo scontro finale. Il braccio di ferro tra Fabrizio Salini e Marcello Foa prosegue.
Non è un mistero che il socio di minoranza del Governo vorrebbe che il telegiornale della rete ammiraglia andasse a Gennaro Sangiuliano dopo che è ormai tramontata l’ipotesi, sostenuta dal M5S, di Giuseppina Paterniti.
Al Tg3 potrebbe esserci la conferma di Luca Mazzà e al Tg2 resiste il nome di Giuseppe Carboni che però la Lega vorrebbe alla direzione delle radio. E, nel caso, Sangiuliano non riesca ad arrivare al vertice del Tg1, potrebbe andare al Tg2, facendo slittare tutti gli altri. Al vertice di Raiuno resta in pista, ma in bilico, Marcello Ciannamea. Per Raidue resta caldo il nome di Maria Pia Ammirati, mentre a Raitre potrebbe essere confermato Stefano Coletta. A Rainews24 spunta la corrispondente da Parigi Iman Sabbah, il cui nome si affianca a quello di Federica Sciarelli. Ma tutto potrebbe ancora subire ribaltamenti. – (lanotiziagiornale.it)
Però al Tg1 andrà, in quota M5S, Federica Sciarelli. Secondo il Messaggero la conduttrice di Chi l’ha visto? sarebbe stata preferita dai leghisti rispetto alla più filo-europea Giuseppina Paterniti, giornalista di Rainews. Il Tg2 dovrebbe essere diretto da Gennaro Sangiuliano, in quota Lega, mentre il Tg3 resterebbe in mano alla sinistra grazie alla riconferma di Luca Mazzà. Per quanto rigurda la direzione del Tgr si pensa ad Alessandro Casarin e a un condirettore, sempre filo-leghista, Roberto Pacchetti. La direzione di Rai Sport finirà invece e Maurizio Losa. A Rainews dovrebbe andare Simona Sala, mentre per RaiParlamento si fa il nome di Antonio Preziosi. Marcello Ciannamea dirigerà Raiuno mentre Ludovico Di Meo è destinato a Raidue e Coletta a Raitre. Intato su Marcello Foa, e le modalità della sua elezione, il Pd continua a chiedere di poter vedere le schede della votazione appellandosi aa Roberto Fico esponente pentastellato sempre più critico col governo gialloverde. CONTINUA A LEGGERE >> Dal momento che sei qui…. … abbiamo un piccolo favore da chiedere. Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it fai una donazione! Grazie al tuo contributo, ci aiuterai a mantenere la nostra indipendenza Dona oggi, e rimani informato anche domani. (Donazione Minima 5€):

Comments are closed.


Get Widget
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com