Arrestati 16 imprenditori e avvocati tra Messina e Reggio Calabria, erano “professionisti” dell’evasione fiscale

04/02/2019 – Bancarotta, sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte, riciclaggio, autoriciclaggio, falso ideologico in atto pubblico e appropriazione indebita. Queste le accuse formulate all’interno di 16 misure cautelari eseguite dai finanziari del Comando provinciale di Messina, che in contemporanea hanno anche sequestrato beni per 15 milioni di euro nei confronti di altrettanti indagati. Delle 16 misure, due riguardano una custodia cautelare in carcere, tre domiciliari e 11 il divieto temporaneo di esercitare attivita’ professionali o imprenditoriali. I provvedimenti, arrivati a conclusione di una indagine diretta dalla Procura di Messina, sono stati emessi dal gip Maria Vermiglio.

loading…



Secondo gli investigatori “al vertice dell’associazione c’erano due avvocati di affari messinesi e un commercialista peloritano”: questi, anche attraverso prestanome, “predisponevano” per i loro clienti “strumenti e atti giuridici per effettuare operazioni finanziarie e societarie tese a occultare il loro patrimonio ai creditori ed al fisco”. Le “numerose operazioni illecite effettuate” riguardano il periodo che va dal 2014 al 2017 e sarebbero state eseguite “per conto di importanti gruppi imprenditoriali presenti in diverse regioni italiane”.

Secondo un “consolidato schema operativo” i professionisti avrebbero svuotato rilevanti poste patrimoniali da diverse societa’ in difficolta’ trasferendoli in altre di nuova costituzione, lasciando i debiti alle societa’ originarie. Queste ultime, poi, venivano messe in liquidazione dagli amministratori e chiuse in breve tempo all’insaputa dei creditori in modo da evitare che, nel termine di un anno, costoro potessero presentare istanza di fallimento. Tra gli imprenditori coinvolti alcuni sono operanti nel settore alberghiero, altri provengono dalla provincia di Matera e altri ancora si occupano di costruzioni e del settore alimentare in provincia di Reggio Calabria. – [Strettoweb.com]
CONTINUA A LEGGERE >>



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget