Crimini di guerra a Gaza? Russia e Cina favorevoli, i paesi europei (tra cui l’Italia) si astengono, Stati Uniti contrari.

europaEcco chi vuole un’indagine Onu e chi no. Il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite lancia un’inchiesta sulle possibili violazioni di Israele e Hamas.
Sia Israele sia Hamas potrebbero aver commesso crimini di guerra a Gaza, spiegava il commissario Onu per i diritti umani Navi Pillay. Quando il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite si è riunito per votare sull’istituzione di una commissione di inchiesta sul tema, però, i paesi si sono divisi secondo una linea ben precisa: da una parte gli Stati Uniti, principale alleato di Israele, dall’altra Russia e Cina, con l’Europa in mezzo.
Fanno parte del Consiglio per i diritti umani 47 paesi del mondo. Il voto si è concluso con 29 stati favorevoli a istituire la commissione di inchiesta, 17 astenuti e un contrario, gli Stati Uniti.
Tra gli astenuti ci sono tutti i membri della commissione che fanno parte dell’Unione europeo: Austria, Estonia, France, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Repubblica Ceca e Romania (gli altri astenuti sono Benin, Botswana, Burkina Faso, Gabon, Giappone, Macedonia, Montenegro e Sud Corea).
I voti favorevoli sono arrivati da Algeria, Arabia Saudita, Argentina, Brasile, Cile, Cina, Repubblica democratica del Congo, Costa Rica, Costa d’Avorio, Cuba, Emirati arabi, Etiopia, Filippine, India, Indonesia, Kazakhstan, Kenya, Kuwait, Marocco, Maldive, Messico, Namibia, Pakistan, Peru, Russia, Sierra Leone, Venezuela e Vietnam.
FONTE

Comments are closed.


Get Widget