Menu
Categories
Proposta del Viminale in fase di sperimentazione: 900 euro al mese se ospiti un bimbo immigrato
settembre 25, 2014 Ambiente e salute

demi-moore-insieme-ad-un-bambino-haitianoA cura di Adriana Costanzo – Arrotondare lo stipendio? Tra poco tempo basterebbe essere più ospitali e meno xenofobi. Ebbene si, una recente proposta del Viminale potrebbe risolvere in un’unica soluzione due problemi: la difficoltà di arrivare a fine mese per le famiglie e la sistemazione dei figli di rifugiati politici. Come? Offrendo 30 euro al giorno, ovvero 900 euro al mese a quei cittadini privati che si proporranno per ospitare i piccoli stranieri. Una sperimentazione che dovrebbe iniziare nella Capitale. Infatti a quanto riporta il Messaggero la proposta sarebbe già stata fatta al Sindaco di Roma, Ignazio Marino, dal sottosegretario all’Interno Domenico Manzione. L’idea garantirebbe ai bambini, spesso anche orfani, di vivere non ghettizzati e accuditi con maggiore serenità. In pratica i romani che accetteranno di accogliere nella loro famiglia e far vivere sotto lo stesso tetto uno dei 3mila ragazzi ospiti negli ultimi due anni del Campidoglio si vedranno girare i fondi destinati ai rifugiati: circa 30 euro a persona al giorno. Sempre secondo la testata romana, Marino ha accolto la proposta con “interesse e piena sintonia”: “Sono interessato ad approfondire questo argomento – ha dichiarato quindi il Sindaco – e a ragionare in concreto su come si potrebbe applicare questa sperimentazione e su come la città potrebbe accogliere il nuovo modello”. Ora spetterà al tavolo nazionale sull’immigrazione dare il via libera definitivo. FONTE

Comments
Comments are closed
*