Orrore a Milano, testate e pugni in faccia. Poi la stupra e la rapina: l’orco è un immigrato 17enne

17/10/2018 – Milano fa paura, e dopo l’ennesima notte di terrore vissuta da una giovane donna straniera finita nelle grinfie di un immigrato marocchino minorenne, l’immagine che della città viene accreditata dalla cronaca è quella di una realtà a dir poco inquietante che, ad ogni angolo, può rivelare scenari da incubo e mostri metropolitani in agguato. Solo due mesi fa è toccato a una 17enne di ritorno a casa dopo una serata trascorsa con gli amici vivere l’orrore della ferocia dell’aggressione fisica, prima, e dello stupro in un parco cittadino, poi; ieri, invece, è stata la volta di una prostituta di origini moldave, finita nelle mani di un minorenne nordafricano senza scrupoli.

loading…



Erano all’incirca le due di notte quando, in Viale Monteceneri, il marocchino minorenne si è avvicinato alla donna con una scusa qualunque; poche parole, poi immediata è scattata la reazione violenta, imprevedibile nella sua estemporaneità: e infatti, prima il17enne nordafricano colpisce e stordisce la sua vittima con una testata in fronte poi, appena un istante dopo, è pronto a sferrarle un pugno in pieno volto; quindi, non contento di averla tramortita con quei colpi, le mette le mani intorno al collo e comincia a stringere sempre più forte: la donna a quel punto è stremata, ma lui infierisce ancora costringendola con la violenza a un rapporto sessuale. A quel punto, malmenata selvaggiamente e brutalmente abusata, la donna viene anche rapinata. Ma, stando alle ricostruzioni di quanto accaduto, per lei ancora non sarebbe finita là: al termine della violenza, infatti, la vittima avrebbe cercato di allontanarsi e di chiedere aiuto con il cellulare, ma il suo aguzzino – ancora a pochi passi da lei – intravista la scena e intuite le intenzioni della donna, è tornato indietro, l’ha strattonata e le ha strappato il telefono dalle mani.

L’arrivo delle forze dell’ordine e il fermo del marocchino violento
E se di lì a poco una pattuglia del nucleo radiomobile di passaggio per quella zona non avesse casualmente intercettato la situazione e i movimenti sospetti del ragazzo con quella donna in difficoltà, davvero la vicenda avrebbe potuto concludersi anche peggio. Per fortuna, però, almeno alla fine il giovane è stato individuato e neutralizzato; poco dopo, come riferito da il Giornale, «dall’esame osseo del polso è stata confermata l’età dell’aggressore della scorsa notte, che inoltre è stato scoperto avere una lunga lista di identità con le quali era già stato fermato dalle forze dell’ordine». – FONTE
CONTINUA A LEGGERE >>


Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget