Scajola trasloca con l’auto blu

Claudio Scajola, già coinvolto nel caso di una casa comprata a “sua insaputa”, torna a far parlare di sè con un discusso trasloco, avvenuto due settimane fa, dall’ appartamento di via del Fagutale al Colosseo.

Non una classica ditta di trasporti ma un camion di un’azienda alimentare di prodotti tipici liguri di un amico:

Sì ho traslocato – conferma Scajola – e mi sono fatto aiutare da un amico

e fin qui nulla di improprio. Il 12 giugno alcuni operai hanno svuotato l’appartamento dell’ex sindaco di Imperia, trasloco però avvenuto in più tempi. Pochi giorni dopo compare anche un’auto blu (una Fiat Punto con alla guida due persone) intestata al partito del Pdl di via dell’Umiltà (nomen omen). Il bagagliaio “blu” e i sedili posteriori hanno ospitato   paralumi, computer e altri scatoloni.

“Non ho utilizzato nessuna auto di servizio. Dove volete arrivare? Io ho la mia macchina, non mi risulta nessuna Fiat Punto mi sono stancato a rispondere alle vostre falsità”.

 ha dichiarato l’ex onorevole a ilfattoquotidiano.it . Ma a sentire anche il portiere dello stabile parte del trasloco è stato fatto con  ”un’auto della segreteria” .

Scajola per la casa di via del Fagutale è sotto processo al tribunale di Roma ed è imputato per il reato di “finanziamento illecito a parlamentare”. Secondo i magistrati l’appartamento di poco meno di 180 mq al piano rialzato con vista Colosseo, fu pagato in parte dallo stesso Scajola (600mila euro) e in parte (1 milione e 100mila euro) dal costruttore Diego Anemone, anch’egli imputato nel processo.

Insomma, il governo delle larghe intese condivide anche l’uso improprio delle auto blu, come successo il 24 maggio del 2012 ad Anna Finocchiaro, sorpresa a fare la spesa da Ikea scortata da vetture pagate dai cittadini italiani.

Comments are closed.


Get Widget