Ubriachezza, lesioni, violenze: l’incredibile fedina penale dell’autista dello scuolabus rovesciato

18/05/2019 – 11 bimbi feriti. Autista ubriaco, «Aveva precedenti». Fermato l’uomo in fuga, il rumeno cinquantunenne a cui nel 2017 venne ritirata la patente. Bloccato dai carabinieri. L’azienda di trasporti: «Dei dipendenti non si può sapere tutto. Manca personale, c’è un turnover continuo». Il conducente dello scuolabus Deniss Panduru accusato dei reati di fuga in caso di incidente con danni alle persone, lesioni personali colpose plurime e guida in stato di ebbrezza (arrestato ieri dai carabinieri di Este) già in passato, si è trovato a fare i conti con la giustizia: il 51enne romeno nel marzo 2017, ad esempio, era stato sorpreso alla guida in stato di ebbrezza, con valori di alcol nel sangue 3 volte oltre i limiti. Gli era stata ritirata la patente e sequestrato il mezzo.

loading…



La curva affrontata ad alta velocità, incurante che a bordo dello scuolabus ci fossero una ventina di alunni tra i 6 e i 12 anni, e il mezzo che sbanda, ribaltandosi su un fianco. Una tragedia sfiorata, ieri verso le 13.45 ad Arquà Petrarca, ai piedi dei Colli Euganei, lungo il quotidiano tragitto da scuola a casa. Alla guida del pulmino della Saef, una ditta padovana che dal 2018 ha l’appalto per il trasporto scolastico per i comuni della zona, c’era Deniss Panduru, un cinquantunenne di origini romene che vive a Rovigo. Una persona già nota alle forze di polizia per i suoi problemi con l’alcol. Era ubriaco nel 2017 quando gli era stata ritirata la patente, e aveva bevuto anche ieri mattina prima di mettersi al volante del mezzo. Lo hanno appurato in serata i carabinieri delle compagnie di Abano e di Este.
CONTINUA A LEGGERE >>
VIDEO CORRELATI:



Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget