Pensioni, Di Maio: stop Fornero e aumento minime, le novità

18/02/2018 – Ha risposto alle domande sulla rimborsopoli pentastellata che sta scuotendo il movimento politico fondato da Beppe Grillo ma ha parlato anche del programma elettorale per le elezioni politiche del 4 marzo 2018 soffermandosi, tra l’altro, sulla riforma #Pensioni. Intervista a cuore aperto al candidato premier del Movimento 5 stelle #Luigi Di Maio oggi su Canale 5

loading…



“Abbiamo 30 miliardi di euro – ha detto il candidato premier del Movimento 5 stelle – che possiamo recuperarli dalla spending review e li mettiamo – ha aggiunto – nell’istruzione dei nostri figli e nelle pensioni”.
In tv i candidato pentastellato alla presidenza del Consiglio rilancia la proposta del reddito della cittadinanza che di fatto comporterebbe, secondo l’impostazione del M5s, anche l’aumento delle pensioni minime, che i grillini chiamano pensioni di cittadinanza.

“Proponiamo – ha specificato Luigi Di Maio – la pensione di cittadinanza”. Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi propone aumenti a 1.000 euro al mese delle pensioni minime per 13 mensilità, diversa la proposta pentastellata [VIDEO]: “L’Ue dice che la soglia per arrivare a fine mese – ha puntualizzato Di Maio nell’intervista rilasciata oggi a Barbara D’Urso – è 780 euro al mese”. Dunque la pensione di cittadinanza sarà di almeno 780 euro mensili.






CONTINUA A LEGGERE >>
Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere. Più persone stanno leggendo il nostre le nostre notizie selezionate dai maggiori media locali e internazionali, ma le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo mantenere la nostra rassegna stampa più aperta possibile. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto.
Diventa sostenitore L’Onesto clicca mi piace sulla pagina facebook
Puoi farlo anche con una donazione tramite Paypal cliccando sul tasto: (Donazione Minima 5€), si accettano eventuali proposte di collaborazioni:





Comments are closed.


Get Widget