TIGRI DI CARTA E CITTADINI INFORMATI

Il giornali si schierano contro il candidato pavese del M5S, Giuseppe Polizzi, e a favore del partito unico. Le tigri di carta non ci intimoriscono: vogliamo una Pavia a 5 stelle!

La Provincia Pavese, storico quotidiano locale, scende in campo in vista delle elezioni comunali 2014, con una lenzuolata di intervista al candidato De Paoli. Il partito unico che ha mal governato Pavia negli ultimi 20 anni si gioca le sue carte per sopravvivere a se stesso nonostante gli innumerevoli scandali giudiziari e di malaffare, e trova nei media la fedele sponda a cui è abituato. Se l’auto-proclamato Renzi delle nebbie, al secolo Cattaneo, è in diretta TV a reti unificate un giorno sì e l’altro pure, l’altro candidato, De Paoli (il preannunciato vincitore delle primarie) è invece al centro delle appassionate cure della Provincia Pavese.

media-manipulation-300x265Quotidiano che, tanto per non sbagliare nel corteggiare il partito unico, ha dedicato per mesi e mesi fiumi d’inchiostro a una lista che non si presenterà nemmeno alle elezioni: la più grande campagna stampa mai vista a Pavia per un non-candidato di una non-lista civica non-pervenuta. Giuseppe Polizzi, che è l’unico candidato reale e in carne ed ossa per Pavia oltre a Cattaneo, sembra non esistere per la Provincia Pavese, che gli dedica al massimo qualche trafiletto in mezzo allo tsunami di carta pro partito unico. Ma d’altronde si sa che le tigri di carta non hanno un gran futuro. Per giudicare l’imparzialità della Provincia Pavese basta ricordare che è del gruppo L’Espresso di De Benedetti, tessera numero 1 del PD-ex-menoelle. Come il M5S sostiene da tempo, le elezioni pavesi hanno una valenza nazionale in quanto si schierano da un lato piovre di interessi e potentati economici in parte legali e in parte criminali, dall’altra liberi cittadini informati che vogliono che le Istituzioni siano la casa trasparente di tutti, e non dei soliti noti e privilegiati.

Le cannoniere di carta, o catodiche, non ci intimoriscono, e continueremo sereni nella nostra campagna basata sull’informazione, chiedendo a tutti i cittadini di farsi protagonisti di e per Pavia. Se i candidati del partito unico fanno passerella in TV o sulla stampa, i nostri candidati al contrario incontreranno direttamente i cittadini pavesi per costruire un programma comune e condiviso. Il prossimo appuntamento è venerdì 21, alle ore 21 presso il Bar Al Cantunin in Via Mascheroni. Discuteremo di politiche del lavoro, di scandali nelle nomine del Sindaco, di politiche europee. Fonte

La democrazia ha bisogno di tutti: fatevi avanti, partecipate, informatevi e informate! Vi aspettiamo!

Comments are closed.


Get Widget