Condannato in primo grado di recente per violenza sessuale su minore viene eletto consigliere regionale dei Pugliesi nel mondo

28/09/2018 – Ritenuto responsabile di violenza sessuale su una ragazza di 17 anni, allieva della sua scuola di danza. E, qualche mese dopo, nominato componente del Consiglio generale dei pugliesi nel mondo. Il gruppo consiliare M5s in consiglio regionale della Puglia ha sollevato il caso di Michele Mangano, famoso ballerino di tarantella di Monte Sant’Angelo, in provincia di Foggia – conosciuto come “il re delle tarantelle” – e chiede ufficialmente al governatore Michele Emiliano di revocare la nomina. A marzo scorso, Michele Mangano è stato condannato in primo grado a 3 anni e 4 mesi di reclusione dal gup di Foggia. Secondo la sentenza pronunciata dal giudice per l’udienza preliminare, Mangano ha costretto L.T., ballerina sua allieva, a subire atti sessuali, “con violenza consistita nel tirarla con forza contro di sé, nel passare il braccio dietro la testa, nell’accostarla con forza a lui, nell’inserire con forza la lingua dentro la bocca e nel tenerla stretta”, si legge negli atti pubblicati dal sito Immediato.net. Il tutto avvenuto a Manfredonia, in uno spiazzo buio in cui Mangano avrebbe portato la minore contro la sua volontà, con la scusa di darle un passaggio al ritorno da una serata.

loading…



Qualche giorno fa, il 15 settembre, la nomina del “Re delle tarantelle” a consigliere dell’ente incaricato di curare i rapporti tra la Regione e i pugliesi emigrati. “Ci chiediamo come mai in Regione nessuno abbia sollevato dubbi sull’opportunità di conferirgli questo incarico prima che venga chiarita la sua posizione”, comunicano gli otto consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle. “Crediamo nella giustizia e rispettiamo il lavoro dei magistrati ma, in attesa di eventuali risvolti, riteniamo che per il momento questo profilo sia una scelta quantomeno inopportuna e in contrasto con un ruolo di rappresentanza dei pugliesi nel mondo”, concludono. Pugliesi nel mondo, Emiliano chiede a Mangano di rinunciare all’incarico



Dopo le critiche mosse dai consiglieri regionali del M5S, arriva anche il parere del governatore, che annuncia: “Presenterò un disegno di legge presenterò che assegni al presidente della Regione di verificare i requisiti morali dei consiglieri designati.
Il presidente della Regione non ha il potere di designazione dei componenti del Consiglio direttivo dei Pugliesi nel Mondo in quanto, per statuto, vengono designati direttamente dalle associazioni che costituiscono l’assemblea. Ciononostante il presidente Michele Emiliano ha invitato, tramite il dirigente di settore, il neodesignato signor Michele Mangano a non accettare la designazione delle associazioni, avendo appreso oggi della sua condanna in primo grado per violenza sessuale su minore e ritenendo tale circostanza assolutamente inopportuna in relazione al ruolo di consigliere dei Pugliesi nel Mondo.
FONTE
CONTINUA A LEGGERE >>


Dal momento che sei qui….
… abbiamo un piccolo favore da chiedere.
Scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un SITO di informazioni come Lonesto.it significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale, basta davvero poco. Quindi Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 5€, potremmo permetterci di far crescere lonesto.it negli anni a venire senza pubblicità.

Se segui Lonesto.it
fai una donazione!
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Dona oggi, e rimani informato anche domani.
(Donazione Minima 5€):




Comments are closed.


Get Widget